Blog

Il Parrucchiere e la psicologia del colore

Oggi vi vogliamo parlare della psicologia del colore. In tutte le culture i capelli hanno una valenza simbolica. Sono la cornice del volto, l’area che per prima viene intercettata dall’altro e che più richiama l’attenzione. Per questo I capelli, sono strumenti immediati di comunicazione della nostra identità. E come le piante seguono un ciclo di nascita- vita- morte anche i capelli sono legati al concetto di cambiamento e di trasformazione. Ci permettono di tagliare simbolicamente con il passato e rinascere, con un nuovo colore o un diverso taglio, in una forma nuova.

Il filosofo Epitteto diceva,Sappi prima di tutto chi sei e ornati di conseguenza”. Solo se sappiamo cosa comunicare possiamo dirlo con un taglio, una acconciatura o un colore.

Donna In Parrucchiere: scopriamo cosa si intende per  psicologia del colore e perché è così importante

I colori sono riconosciuti dal nostro cervello più antico ed istintuale. La bellezza dei colori ci colpisce e ci ispira perché è l’anima stessa che vive di colori e si esprime attraverso di essi. Grandi cambiamenti sono avvenuti nel corso dei secoli, ma fino a prova contraria il mare è sempre stato blu, il sole giallo, l’erba verde e il fuoco rosso. E a questi la nostra anima li associa. Per cui il blu ci trasmetterà calma, il rosso energia, il giallo felicità e così via.

Ma vediamo questo nel mondo dei capelli cosa vuol dire:

Rosso

Le parole e gli oggetti rossi attirano subito l’attenzione. pensiamo alla Ferrari che ha scelto è il rosso per le sue vetture per fare in modo che si potessero notare al loro passaggio. Il color rosso è subito associato all’elemento fuoco, al sesso, al sangue e alla passione; è un colore eccitante….  per i capelli il concetto è lo stesso. I capelli rossi da sempre esprimono una personalità irriverente, vulcanica, energica, poco incline a rispettare regole e convenzioni. Gli uomini sono allo stesso tempo attratti ed allarmati dalle rosse in quanto trasmettono due messaggi: fascino e pericolo.

Giallo

Descrivendo le caratteristiche del giallo Goethe sottolinea come questo sia il colore più prossimo alla luce. L’associazione al sole attribuisce al giallo un aspetto gioioso e lo conferma come il colore dell’allegria, della gioia e della spensieratezza. Confondendosi frequentemente anche con l’oro, gli viene data anche una valenza di divinità e regalità. L’oro infatti è sempre stato nei secoli la sostanza per eccellenza degli dei e dei grandi sovrani. Marilyn Monroe l’ha sancito in un film: nelle preferenze maschili il primato spetta alle bionde. Questa predilezione sarebbe legata al fatto che gli uomini giudicano attraenti i tratti femminili infantili. Il colore chiaro smorza i tratti, conferendo al volto un aspetto più angelico ed è anche richiamo di quella verginità, innocenza e fertilità tipiche della giovinezza.

Marrone/Bruno

Il nome richiama un frutto della terra dal guscio legnoso che raccoglie su di sé la gamma cromatica dell’autunno ed è uno dei colori più carichi e ricchi di espressività: l’associazione più evidente è quella con il colore della terra, che accoglie protegge e rigenera. Ma nella sua valenza di bruno esso richiama l’esaltazione delle cose semplici e della vita comunitaria, è infatti il colore prescelto da molti ordini religiosi in onore della sua facile reperibilità e del suo richiamo alla terra. Gli uomini prediligono le donne brune proprio per questa sicurezza e stabilità che emanano. Non a caso vi è il detto gli uomini scelgono le bionde ma sposano le brune. Le donne dalla chioma bruna sono fortemente ancorate alla realtà, prediligono la sicurezza e la tranquillità, la famiglia e la vita sociale.

Grigio

Il grigio, composto in parti uguali di nero e bianco, è il colore principalmente associato alla cenere, di quando, cioè, il rossore del fuoco esaurisce la propria spinta energetica e vitale, lasciando dietro di sé plumbei residui:  il grigio è un colore di uno stato d’animo in cui non si agita alcuna vivacità emozionale. Ma pure nel grigiore di questo colore, non mancano significati dalle valenze positive, poiché il carattere freddo del grigio può anche possedere sfumature vicine alla neutralità, all’oggettività o all’ impersonalità combinata alla conoscenza di chi ha la saggezza dettata da una lunga vita alle spalle. Le donne dai capelli grigi sono donne che vogliono esprimere quella sicurezza, quell’equilibrio e quella pace interiore a cui sono giunte nel corso della loro vita.

Nero

Il nero rappresenta l’oscurità delle origini, evocatore di quel vuoto primordiale che contiene tutto quanto verrà alla luce e acquisirà esistenza. Se da una parte quindi assume questo significato carico di valenze tenebrose ed oscure, dall’altra si può rivelare anche una inesauribile fonte energetica, espressione di fecondità. La stessa ambivalenza la si può riscontrare nel fatto che il nero è considerato assenza di colore ma nella realtà esso è l’insieme di tutti i colori. Chi sceglie di tingersi di nero i capelli è una persona che si avvolge di un alone di mistero, dalla personalità forte e dagli ideali ben radicati, ma con una personalità energica e creativa.

Blu

nel campo della psicologia, questo colore esprime pace e tranquillità. Numerosi esperimenti hanno infatti dimostrato che, se si osserva a lungo il colore blu scuro, la respirazione si fa più lenta e la pressione arteriosa si abbassa; si innescano nella mente associazioni involontarie con il cielo, il mare, gli orizzonti lontani, le spiagge paradisiache e di conseguenza “giorni di relax”. Non è un caso che venga usato molto spesso per promuovere la meditazione, lo yoga e il rilassamento della mente. In molte culture, il blu scuro è anche il colore dell’autorità: pensiamo alle divise della Polizia, per esempio, ed è quindi affiancato anche al concetto di affidabilità, familiarità, potere e rispetto. Chi sceglie di indossare il colore blu è una persona che ha una spiccata padronanza di sé, tende ad essere una persona piuttosto introversa, più proiettata verso il mondo spirituale e l’introspezione.

Viola

Il viola rappresenta la sintesi tra la passione e l’irruenza del rosso, con la tranquillità e la trascendenza del blu, divenendo così anche espressione di moderazione, senso della misura, di temperanza. il viola è collocato all’estremo dello spettro cromatico e dopo questo colore si estende un altro territorio, la gamma degli ultravioletti, il mondo dell’invisibile, non percepibile dai sensi ma solo dall’intuito. È questo il viola del fantastico, dell’incantesimo e della magia, tant’è che chi ama questo colore è in cerca di rapporti magici e affascinanti, vuole ammaliare ed essere ammaliato. L’unione tra il rosso ed il blu identifica una fusione intima con le persone, in particolare l’unione tra gli opposti. Chi sceglie il viola è una persona di buon gusto, intuitiva e sensibile, anche se talvolta diventa così fantasiosa e con la testa tra le nuvole, che risulta incapace di prendere delle decisioni: per questo gli amanti del viola non vogliono essere incaricati di responsabilità troppo impegnative. È il colore più amato dai giovanissimi e dalle donne incinta, in grado di vedere il mondo con gli occhi innocenti di chi crede alle favole e al lieto fine, nell’amore e la felicità per tutta la vita.

Verde

È il colore di chi crede in se stesso e nelle proprie potenzialità. Il VERDE ha molti significati: partiamo dal suo semplicemente “essere verde”: natura! quando siamo immersi nella natura stiamo bene, sentiamo una calma profonda. E’ rigenerazione, sentimento anch’esso legato alla natura e al suo ciclo di rinascita in primavera. Talvolta il verde è anche associato ad una simbologia negativa. È il colore della rabbia e della putrefazione, del veleno e dell’invidia. Le sfumature di verde che tendono all’acquamarina e al turchese aiutano quando vogliamo lasciarci andare, quando vogliamo abbandonarci alla corrente mentre iI verde prato, invece, ci aiuta a riconnetterci con la natura e il macrocosmo.

Arancione

Il colore arancione è simbolo di armonia interiore, di creatività artistica e sessuale, di fiducia in sé stessi e negli altri. L’arancione simboleggia la comprensione, la saggezza, l’equilibrio e l’ambizione. Simbolo per eccellenza di fertilità, il colore arancione stimola la circolazione del sangue e dà vitalità agli organi sessuali favorendo la fecondità. si colloca tra il colore rosso e il colore giallo ed appartiene principalmente sia al sorgere del sole che al suo tramonto, sia all’inizio che alla fine di una giornata, caricandosi in tal modo di significati dalle valenze opposte. Nel primo caso, tale colorazione indica il sole nascente, l’inizio di un nuovo giorno e diviene, in questo modo, il colore della crescita e della gioia. Da un punto di vista psicologico, chi predilige l’arancione manifesta un’evidente vitalità ed energia, è anche una persona tendenzialmente ottimista e consapevole delle proprie capacità tanto da ottenere una grande fiducia in sé stessi. Esprime il suo amore con gioia e coinvolgimento e generalmente riesce a trovarsi in perfetta armonia con tutto ciò che la circonda.

Fortunatamente siamo in un’epoca in cui puoi essere dark un giorno e hippy il giorno dopo perché le nuove tecniche e formulazioni ci consentono cambiamenti temporanei.

E allora coloriamo questo mondo grigio con un arcobaleno di colori visto che possiamo!

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *